Sondaggio su impegno GAS per consumo critico

Ciao a tutti!

Siamo Claudio Brocanelli del GAS Arcevia (gruppo nato poco più di un anno fa per “gemmazione” dal GAS Misa e Nevola) e Paolo Manoni del GAS Misa e Nevola, gruppo che circa due anni e mezzo fa lanciò, tramite la ReteGAS e lo SbarcoGAS a L’Aquila, l’appello per raccogliere fondi per il Centro Nuovo Modello di Sviluppo coordinato da Francesco Gesualdi.

L’appello di allora ebbe esiti positivi: vari GAS si attivarono (inclusi quelli aderenti al Patto “Adesso Pasta!” che insieme alla coop. La Terra e il Cielo destinarono al CNMS il relativo Fondo di Solidarietà 2011/2012) e le somme ottenute permisero al Centro di proseguire il lavoro. In particolare l’ampliamento del sito “Imprese alla sbarra” e ricerche utili all’attività della Campagna “Abiti Puliti”. Quanto alla “Guida al Consumo Critico”, l’edizione 2011 era già in dirittura di arrivo.
Solitamente la Guida esce ogni due anni e non vedendo comparire una nuova edizione abbiamo scritto a Francuccio per sapere se era in previsione un’edizione aggiornata. La risposta è stata negativa a causa della mancanza cronica di fondi che non garantisce continuità. Francuccio ha anche aggiunto che ogni tentativo per costituire un coordinamento di associazioni solide, disposte a proseguire questa attività, è andato a vuoto e che la precarietà finanziaria non ha consentito al CNMS di trattenere nessuna persona che hanno formato nel corso del tempo. Per cui ora ne sono sguarniti dovendo ricominciare da capo con la formazione di nuovi ricercatori.
Al momento si sono solo posti l’obiettivo di aggiornare il sito “Imprese alla sbarra” che già rappresenta uno sforzo non indifferente: per questa parte servono circa 5.000 euro all’anno che fino ad ora hanno trovato. Ma non sanno cosa succederà per il futuro.

Facciamo presente che in Italia il Centro Nuovo Modello di Sviluppo è l’unica realtà che conduce ricerca sul comportamento delle imprese per mettere le informazioni a disposizione di tutti in maniera gratuita e il fatto che questa attività venga chiusa per mancanza di fondi ci pare una grave perdita.
Per condurre in maniera continuativa questo genere di attività, il lavoro volontario che da anni i membri del Centro mettono a disposizione non basta. Serve anche l’apporto di collaborazioni retribuite per un costo lordo stimato in 40.000 euro all’anno che per il CNMS è una somma impossibile. Le difficoltà di reperire fondi li stanno mettendo in crisi anche per la Campagna “Abiti Puliti”.

Noi crediamo importante continuare ad avere in Italia un presidio che in maniera autonoma e gratuita faccia ricerca sul comportamento delle imprese e, non rassegnandoci a rimanere orfani di questo genere di attività, ci siamo chiesti se non potevamo trovare una soluzione come ReteGAS. Ed ecco l’idea che ci è balenata per la testa: che ne direste se istituissimo una “donazione di scopo” dello 0,1% su tutti gli acquisti dei GAS in Italia da devolvere ad un fondo per la ricerca sul consumo critico? Un fondo che in prima battuta potrebbe servire per permettere al Centro di proseguire la sua attività, ma che in prospettiva potrebbe costituire la base per la nascita di un centro di ricerca autonomo che, chissà, potremmo autogestire.

Teniamo presente che se da un lato i gasisti hanno ben presente cosa significa “consumo critico” e sono attivi in questo senso, dall’altra la maggior parte delle persone è all’oscuro della storia sociale e ambientale che sta dietro a ciò che acquista. Senza conoscenza non può esistere consumo critico e tanto meno può esistere pressione sulle imprese affinché abbiano atteggiamenti più responsabili nei confronti dei lavoratori, delle comunità e dell’ambiente. Perciò ci pare importante che un movimento come quello dei GAS, nato per far crescere un’economia della responsabilità, si faccia carico del problema e cerchi delle soluzioni che garantiscano continuità.
Perciò invitiamo ogni GAS a discutere la nostra proposta all’interno del proprio gruppo e a comunicare attraverso la ReteGAS le rispettive opinioni e controproposte.

Un caro saluto

Claudio Brocanelli – GAS Arcevia – per info: elclab(chiocciola)libero.it
Paolo Manoni – GAS Misa e Nevola

Gruppi di Acquisto Solidale :: Rete nazionale di collegamento dei G.A.S..

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Consumo critico

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...