Questo è il testo della proposta di legge a sostegno dei Gas delle Marche

Ci interessano i commenti di tutti!

Regione Marche – proposta sostegno GAS

Annunci

1 Commento

Archiviato in Documenti

Una risposta a “Questo è il testo della proposta di legge a sostegno dei Gas delle Marche

  1. Marco Cingolani

    questa proposta di legge è stata messa in discussione da più persone per diversi motivi. Soprattutto perchè appare superficiale e arriva subito dopo che la regione Umbria ha approvato la legge sui gas.
    Di seguito l’intelligente email di Toni Montevidoni (REES Marche) che ne parla:

    Cordiali Sig. Favilla e Consigliere Bucciarelli,
    la comunicazione è sempre una cosa gradita e supportiamo sempre chi la facilita. Di questo ovviamente la ringrazio e ringrazio il Consigliere Bucciarelli per lo spirito dell’iniziativa.
    In generale il sapere che anche nella Regione Marche qualcosa si stia muovendo rispetto al supporto normativo dell’esperienza dei GAS naturalmente non può che farci piacere.
    Vi confesso, però, che mi sarei aspettato…:

    che la proposta di legge non fosse il taglia-incolla di quella votata pochi giorni fa nella Regione Umbria, ma fosse anche solo vagamente contestualizzata nei territori marchigiani
    che i soggetti i questione, ovvero le oltre 40 esperienze di GAS delle Marche, fossero consultati preventivamente per elaborare un testo condiviso e rappresentativo delle reali necessità dei suddetti
    che i dati riportati nel testo della legge, e che riguardano il fenomeno a livello nazionale, non fossero aggiornati a qualche anno fa, ma adeguati alla realtà odierna, in particolare
    che qualcuno degli estensori della proposta di legge si fosse preso la briga di consultare almeno i siti riportati nel testo e quindi di consultare almeno le fonti che riporta
    che ci fosse evidenza, nella premessa della proposta, di una conoscenza più puntuale dei meccanismi di intermediazione e delle reali differenze tra il costo di produzione ed il prezzo finale di vendita, spesso ben oltre il 200%, delle filiere agroalimentari marchigiane
    che il testo della legge contenesse i risultati della ricerca sugli stessi identici argomenti (filiera corta, GAS…) presentati il 3 febbraio dall’ASSAM nel convegno organizzato dal servizio commercio della Regione, e le indicazioni emerse dalle relazioni e dal dibattito dello stesso convegno
    visto che si fa esplicito riferimento ad un evento recente dei GAS anconetani, che venisse citato anche il soggetto che questo evento ha promosso e facilitato… così come gli altri di carattere regionale, che REES Marche organizza, per i GAS soci e non, da almeno 7 anni
    che per definire la nostra esperienza di GAS, almeno in una proposta di legge regionale, si condividesse con noi la definizione di quello che noi siamo
    che la scelta sul metodo di coltivazione biologica, pur conoscendo la necessità di evolvere l’attuale sistema di certificazione, fosse espressa con maggior chiarezza, senza essere accostati a prodotti genericamente riferibili alla qualità, che ben poco garantiscono per la salubrità dei consumatori ed ancor meno per la sostenibilità del proprio processo produttivo. A tal proposito abbiamo già una normativa di riferimento ed un marchio QM che definisce un disciplinare di qualità nelle Marche. Seppur migliorabile vi si poteva almeno far riferimento in questa proposta di legge
    che si proponesse una reale strategia di supporto all’esperienza dei GAS e non generici “finanziamenti a pioggia” tipici dei sistemi partitici clientelari

    In definitiva i tempi e soprattutto il modo in cui avete presentato questa legge sembrano rispondere a dinamiche partitiche e non politiche, proprie di un modo di far politica completamente distaccato dalla realtà dei cittadini ed, in questo caso, dei consumatori critici ed eticamente orientati. Di certo non ha riferimento alcuno con i processi di economia solidale e con l’esperienza della maggior parte dei GAS marchigiani. Pertanto, sapendo che l’esperienza del gasismo e delle economie solidali nelle marche non ha alcun riferimento partitico, vi invito a non considerarvi, in alcun modo, rappresentanti delle istanze provenienti da questa parte della società civile.
    Metto in copia tutti soggetti interessati visto che voi ne avete messi solo alcuni.
    Ringraziandovi dell’attenzione Vi auguro buon lavoro e Vi invio i miei più cordiali saluti!

    Toni Montevidoni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...